Archivo de la etiqueta: Inter

‘Inter, Lukaku vale 150 milioni di euro?’

Gentile Procuratore,premetto che non sono un interista, ma un tifoso di calcio obiettivo. La mia squadra del cuore è quella della città in cui sono nato e cresciuto: Parma. E proprio seguendo la partita del Parma contro l’Inter ho riflettuto sulla forza straordinaria dell’attaccante dell’Inter Romelu Lukaku, un mix di esplosività e tecnica davvero impressionante. Non sono un esperto di calciomercato, ma ad occhio e croce penso che questo campione di muscoli e tecnica possa oggi valere un sacco di soldi.

Se l’Inter lo volesse vendere penso che potrebbe chiedere anche 150 milioni di euro senza nessun problema; la speranza è che Romelu rimanga però a giocare nel nostro campionato perché è sicura garanzia di spettacolo per tutti. Quindi chiedo due cose: 1. Quanto vale Lukaku? 2. L’Inter, che sembrerebbe anche navigare non in ottime acque, potrebbe cedere alla tentazione di vendere il suo campione per rimpinguare le casse societarie?

Acquisto maglie calcio poco prezzo online,maglia Inter 2021 personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

Il caso Eriksen, ma non solo: ma un agente può mai costare come un calciatore?

Schoots avanza 7,5 milioni: il 30% su un’intermediazione è una percentuale da pelle d’oca. Il problema non è lui, ma un sistema che garantisce agli agenti un potere enorme. E se crolla la baracca…

La notizia è di qualche giorno fa. Martinus Schoots, l’agente di Christian Eriksen, giocatore dell’Inter, ha presentato istanza di arbitrato al Collegio di garanzia del Coni per un mancato pagamento: «Il Collegio di Garanzia dello Sport – si legge nella nota ufficiale – ha ricevuto un’istanza di arbitrato, ex art. 22, comma 2, del Regolamento Agenti Sportivi del CONI, da parte dell’Agente Sportivo Martinus Schoots contro la F.C. Internazionale Milano S.p.A., in virtù del contratto di mandato, sottoscritto il 27 gennaio 2020, in forza del quale la società intimata ha conferito incarico al suddetto istante, al fine di consentire la realizzazione del trasferimento del calciatore Christian Eriksen, allora tesserato presso il Tottenham Hotspur F.C., alla società milanese

Acquisto maglie calcio poco prezzo online,maglia Inter 2020 personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

Sensi: “Indosso la maglia numero 12 perché iniziai da portiere. Idolo? Dico Xavi. Ecco la mia Inter dei sogni”

L’Inter scende in campo questa sera contro la Fiorentina nel primo impegno stagionale. A presentare la gara ci ha pensato Stefano Sensi, intervenuto nel consueto Matchday Programme dei nerazzurri.

NUMERO 12 – “Sì, sono un centrocampista e indosso la maglia numero 12. Motivo? Molto semplice. La mia carriera è iniziata da… portiere!”

IDOLO XAVI – “L’ho sempre adorato. Se dovessi mai incontrarlo, gli direi che è sempre stato il mio idolo e che le sue giocate mi hanno illuminato. Ho seguito tutte le sue partite”.

GOL O ASSIST? – “Se dovessi scegliere tra le due cose non avrei dubbi. Fare il passaggio perfetto è la gioia più grande che possa provare”.

Acquisto maglie calcio poco prezzo online,maglia Inter 2020 personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

Inter, a Conte serve un vice Lukaku? Sì, ma Pinamonti…

L’unica alternativa di Conte nel ruolo di centravanti è l’ex Genoa, che ha giocato solo 45′. I nerazzurri potrebbero sondare il mercato, ma il suo contratto pesante rende la cosa difficile

Chiudete gli occhi e immaginatevi cosa sarebbe l’Inter di Antonio Conte senza Romelu Lukaku. Ecco, tifosi nerazzurri, riapriteli e fate subito gli scongiuri. Perché l’unico, vero centravanti alternativo in rosa è Andrea Pinamonti, classe 1999, due milioni di ingaggio netto all’anno e appena 45′ giocati in stagione. Dire che Conte non lo ritenga all’altezza è forse ingeneroso, ma probabilmente, al netto di qualche infortunio di troppo (il giovane attaccante risulta ai box anche ora…), l’ex Genoa quantomeno è giudicato non ancora pronto.

Eppure l’Inter ha le mani legate: se non trovasse una sistemazione a Pinamonti a gennaio, l’arrivo di un vice Lukaku sarebbe molto improbabile. E adattare uno tra Sanchez, Perisic o Lautaro Martinez al ruolo ricoperto da Romelu è stato più un ripiego che una vera soluzione, quando il belga ha dovuto saltare un paio di gare. Non a caso, senza Lukaku sono arrivati un pareggio e una sconfitta, contro Parma e Real Madrid.

Acquisto maglie calcio poco prezzo online,maglia Inter 2020 personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

Inter, è fatta per Vidal. Il cileno arriva a Milano

Arturo Vidal, 33 anni. Epa

Trattativa conclusa, lunedì le visite mediche. Il cileno è il centrocampista che Conte voleva fortemente e che ritrova dopo la fortunata esperienza alla Juve

E’ fatta. Arturo Vidal sarà nelle prossime ore un giocatore dell’Inter. Il cileno è atteso a Milano per le visite mediche che dovrebbe sostenere lunedì mattina.

L’arrivo era nell’aria dopo che i nerazzurri avevano raggiunto un accordo per la cessione di Godin al Cagliari, liberando fondi da destinare all’ex blaugrana. Il centrocampista lascia così il Barcellona, a cui andrà un milione di indennizzo, per tornare in Italia, dove ha già giocato vestendo la maglia della Juventus. Firmerà un contratto biennale con opzione per un terzo anno a 6 milioni netti.

Acquisto maglie calcio poco prezzo online,maglia Inter 2020 personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

Lukaku, allenamento differenziato ad Appiano. Ma il Belgio lo convoca

L’attaccante prosegue il percorso di recupero dopo aver saltato i match contro Parma e Real. Intanto Roberto Martinez lo chiama per le partite della prossima settimana

Prosegue ad Appiano Gentile il recupero di Romelu Lukaku. Il centravanti belga sta svolgendo nel centro sportivo Suning una sessione di allenamento differenziato per superare l’affaticamento muscolare rimediato nel match contro lo Shakhtar e che lo ha tenuto fuori per i match contro Parma in Serie A e Real Madrid in Champions. Si valuterà successivamente se il centravanti sarà disponibile per la trasferta di Bergamo di domenica.

Acquisto maglie calcio poco prezzo online,maglia Inter 2020 personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

Inter, Zhang in Germania: sorrisi con Conte e raccomandazioni per domani

Antonio Conte, 51 anni, e Steven Zhang, 29

Il presidente ha raggiunto i nerazzurri a Dusseldorf per vivere insieme la vigilia della semifinale contro lo Shakhtar

All’Inter il sole sembra tornato a splendere. I nuvoloni neri, quelli ad alta tensione, piombati sui nerazzurri dopo lo sfogo senza giri di parole di Antonio Conte, sono ormai lontani. In Europa League la squadra vola e anche Steven Zhang è voluto arrivare in Germania per stare vicino ai suoi giocatori e al suo allenatore in questa vigilia tanto importante. Domani sera c’è lo Shakhtar e l’Inter in questa semifinale si gioca una bella fetta della stagione.

ASSIEME AI SUOI —   Il presidente è arrivato nel ritiro di Dusseldorf intorno all’ora di pranzo, facendo il suo ingresso nell’hotel che ospita i nerazzurri assieme ai due amministratori delegati Beppe Marotta e Alessandro Antonello e dal vice ds Dario Baccin.

Acquisto maglie calcio poco prezzo online,maglia Inter 2020 personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

Conte: «Abbiamo creato tantissimo, Milan anche fortunato, noi no»

Antonio Conte. Ansa

Il tecnico nerazzurro: «Due disattenzioni sui gol, ma abbiamo avuto le occasioni per pareggiare e vincere. Kolarov fatica? Quello è il suo ruolo»

Tante occasioni, molta sfortuna. Antonio Conte perde il derby, ma ci tiene a far emergere il buono che ha visto dall’Inter di questa sera. Al di là degli assenti per il Covid.

MILAN FORTUNATO—   «Come ho detto ieri – esordisce il tecnico dell’Inter – non è il momento di andare a pensare a situazioni extracalcistiche. Dispiace aver perso una partita secondo me ben giocata da parte nostra, abbiamo creato tantissime situazioni per fare gol. Loro sono stati bravi e in alcune circostanze anche fortunati. C’è stato grande impegno da parte dei ragazzi, ci tenevamo tanto a vincere la partita. Abbiamo commesso due disattenzioni sui loro gol, poi abbiamo avuto tantissime occasioni per pareggiare e vincere la partita. Tanti complimenti a loro. Dispiace perché il Milan è una squadra forte.

Se vai sotto di due gol contro una squadra forte è difficile. In ogni partita creiamo tante situazioni per fare gol, dobbiamo essere più bravi, più cinici, più cattivi per sfruttare queste situazioni, ma non ho niente da rimproverare ai ragazzi, l’atteggiamento è stato positivo, hanno lottato per raggiungere quanto meno il pareggio. Non siamo stati fortunatissimi, stasera».

Acquisto maglie calcio poco prezzo online,maglia Inter 2020 personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

Sanchez: “Con Conte non molli mai, l’Inter una famiglia. Sto in forma e qui ho trovato…”

La lotta scudetto, il rapporto con i compagni, l’addio allo United. Sono tanti i temi affrontati da Alexis Sanchez nel corso di un’intervista rilasciata ai microfoni di Sky Sport. “Con la Fiorentina è stata una partita molto difficile, perdevamo 3-2 e poi abbiamo rimontato. Quella grinta e quella voglia ci deve essere sempre. Due partite è troppo presto per pensare in grande, dobbiamo migliorare in tutti i sensi, nella testa, nel giocare meglio e difendere. Credo che stiamo facendo bene adesso, ma possiamo fare di più. Col Benevento mi sentivo in forma, solo che mi manca giocare di più, sono un giocatore che più gioca e meglio si sente in tutti i sensi.

Però sono molto contento perché mi sento in forma e ho voglia di giocare. Sono molto per i miei compagni perché sono stati bravi. Mi piace quello che faccio, il mio lavoro è il calcio, amo il calcio. Quando ero allo United volevo respirare altra aria e credo che quando sono arrivato all’Inter ho trovato un allenatore che non ti lascia mollare. Anche gli altri hanno voglia di imparare e vincere. Si è creato una famiglia con tutta la gente che lavora. Lo scudetto? Troppo presto per parlarne, adesso dobbiamo migliorare. Quello che non deve succedere e rilassarsi e stare concentrati per vincere ogni partita. Vidal? È un giocatore che capisce molto il calcio e trovare un giocatore così è difficile nel calcio mondiale. Lautaro e Lukaku sono due potenze, uno ha una cosa che l’altro non ha“.

Acquisto maglie calcio poco prezzo online,maglia Inter 2020 personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

Inter, la rimonta: tra Eriksen e gli infortuni, perché crederci e perché no

Lautaro Martinez, 22 anni, festeggiato dai compagni Afp

I nerazzurri sono tornati in corsa per lo scudetto: la Lu-La e la crescita del danese possono essere determinanti, ma ora non possono sbagliare. Né perdere altri pezzi

Vittoria nel recupero con la Sampdoria, distanza dalla vetta ridotta a 6 punti, ambizioni di rimonta di nuovo calde. Il ritorno in campo dell’Inter in Serie A ha subito riacceso i tifosi: adesso Conte ha 12 partite – come Juve e Lazio – per provare l’impresa. Possibile? Impossibile? Di sicuro difficile, ma i nerazzurri ci proveranno. I motivi per crederci sono la spinta di Conte, la rosa di alto livello, il calendario favorevole. Gli ostacoli sono i rischi di cali di tensione, l’impossibilità di sbagliare, la necessità di non perdere pezzi dopo gli infortuni di Sensi, Brozovic, Vecino.

PERCHÉ SÌ—   Mai come in questo momento gambe e testa saranno fondamentali. Conte ci sta lavorando, la condizione atletica sembra buona e le parole usate dopo il 2-1 sulla Samp (“ammazzare la partita”, “veleno e cattiveria”, “daremo la vita”) sono un segnale importante e un chiaro messaggio alla squadra. L’allenatore è il primo motivo per crederci: il primo scudetto di Antonio con la Juve, stagione 2011-12, arrivò proprio in rimonta sul Milan di Allegri. In campo ci vanno i giocatori e anche qui l’Inter è messa bene: se i big girano, la squadra è in grado di fare tante cose. La Lu-La che segna di nuovo e la maturazione di Eriksen, terza stella del cielo nerazzurro, sono una garanzia.

Come il calendario, terzo motivo per il sì alla rimonta. È vero che le partite ravvicinate nascondono comunque tante trappole, ma avere nelle prossime 7 partite (prima della Roma) solo avversari dal settimo posto in giù può aiutare. Considerato anche che Juve e Lazio hanno lo scontro diretto e sfideranno l’Atalanta ben prima dell’Inter, che a Bergamo andrà all’ultima giornata, con Gasp che avrà – forse – la testa alla Champions.

Acquisto maglie calcio poco prezzo online,maglia Inter 2020 personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.