Archivo por meses: enero 2021

Da Vieira a… Meité: Milan, quando il centrocampo parla francese

Soualiho Meité è pronto a rinforzare la rosa del Milan di Stefano Pioli. Se in rossonero troverà due connazionali come Theo Hernandez e Kalulu, risale al 1995 il primo centrocampista francese della storia del Milan, nato in Senegal ma poi diventato grande con la nazionale Bleu. Meité sarà il settimo transalpino in rossonero nel ruolo di centrocampista, ecco gli altri sei

Poco più di un’apparizione, ma il Milan pesca il futuro campione dell’Arsenal al Cannes, nel quale è capitano già a 19 anni. È il dicembre del 1995 e servono 7 miliardi di lire per portarlo via dalla Costa Azzurra. In Lombardia Vieira ci rimane solamente sette mesi – compresa la pausa estiva -, ma è giusto il tempo per mettere in bacheca il suo primo trofeo: gioca 5 partite tra campionato, Coppa Italia e Coppa Uefa, di cui 4 da titolare, e vince lo scudetto nella squadra trascinata da George Weah e Roberto Baggio e allenata da Fabio Capello. Nel settembre del 1996 saluta Milano in direzione Londra: l’Arsenal di Arsène Wenger l’ha acquistato per 4,5 milioni di sterline. In futuro vincerà altri 17 trofei di club, più un Mondiale, un Europeo e una Confederations Cup con la nazionale francese.

Acquisto maglie calcio poco prezzo online,maglia Milan 2020 personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

Reinvenzione: l’FC Tokyo lascia Umbro e lancia le sue maglie 2021 con New Balance

Continuando con la serie di anteprime della J1 League, oggi ci fermiamo davanti alle maglie che indosserà l’FC Tokyo durante la stagione 2021. Il lancio è speciale per il club perché suggella il cambio di sponsor tecnico, passando da Umbro (brand che li ha accompagnati dal 2015) per mano della statunitense New Balance, che ha in catalogo anche Sagan Tosu.

Maglie FC Tokyo 2021

A differenza dei progetti sperimentali lanciati da Umbro, NB fa il suo debutto nella pittura giapponese con un aspetto a strisce verticali molto più tradizionale ed essenziale.

Bastoni più Lautaro, adesso l’Inter stringe per il rinnovo dei big

Gli agenti dell’azzurro e del Toro in sede. Il club pensa al futuro nonostante la crisi e gli accordi per la coppia più importante sono tornati d’attualita

I rubinetti dalla Cina saranno pure chiusi e non si sa cosa accadrà dopo questa bufera in società, ma c’è comunque futuro in casa Inter. Esiste una miniera di talenti da proteggere e rilanciare, soprattutto quelli con un contratto più “ballerino” di altri. Come ha scoperto di recente la Juve, è merce rara sommare il 21enne Alessandro Bastoni, difensore ”totale” che chiude gli spifferi e manda in porta i compagni, al 23enne Lautaro Martinez, attaccante “totale” che sbaglierà qualche gol di troppo, ma che si ammazza di fatica.

Giuntoli: “Pronti per una sfida così importante, siamo emozionati. Milik? Trattativa in corso”

Manca poco all’inizio di JuventusNapoli, partita secca valida per la Supercoppa Italiana 2021. Si giocherà al Mapei Stadium di Reggio Emilia, alle 21.00. Partita molto tesa e tra l’altro prima sfida tra queste due squadre dopo la finale di Coppa Italia dello scorso giugno, vinta dagli azzurri ai calci di rigore.

In questa stagione 2020/21 si è giocata solo in tribunale JuveNapoli, colpa del caos creatosi dopo la sconfitta a tavolino lo scorso ottobre e la successiva vittoria del ricorso che ha portato al rinvio a data da destinarsi. Ai microfoni di Rai 1, emittente che trasmetterà la Supercoppa Italiana, è intervenuto Cristiano GiuntoliDirettore Sportivo del Napoli, che ha anticipato i temi della partita.

Mandzukic, dalla finale di Champions a boxe e pesca. Ma ora il Milan…

Era stato un pilastro di Allegri, Sarri l’ha tenuto ai margini. Poi l’addio alla Juve, le poche partite in Qatar, la pandemia, la vita da disoccupato di lusso tra mare, amici e allenamenti. E adesso potrebbe interessare ai rossoneri

Che fine ha fatto Mario Mandzukic? L’ex attaccante della Juve, diventato nel 2020 il secondo atleta croato più pagato al mondo (primo il cestista Bojan Bogdanovic), è attualmente svincolato, dopo una parentesi non particolarmente brillante nei qatarioti dell’Al-Duhail. Riavvolgiamo il nastro: pilastro per quattro stagioni nei bianconeri di Allegri, Mandzukic è da subito finito ai margini del progetto tecnico di Maurizio Sarri, che da agosto a settembre gli ha concesso soltanto 3 panchine e decine di mancate convocazioni. Così, tra “Mr No Good” – così chiamato per l’espressione sempre seria – e la Juventus è arrivata la rottura, sancita con una lunga lettera su Instagram pubblicata nel giorno di Natale del 2019: i classici ringraziamenti a società, compagni e tifosi, la soddisfazione per l’inizio della nuova avventura e la chiosa finale “Per sempre vostro, Mario”.

Acquisto maglie calcio poco prezzo online,maglia Juventus 2020 personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

My soul team: l’Atlético Bucaramanga svela la sua maglia 2021

L’Atlético Bucaramanga è un’altra delle squadre colombiane che fa il suo debutto. I Leopardi hanno recentemente rivelato la loro maglia da titolare per la stagione 2021 insieme al marchio locale New Victory.

Maglia Atlético Bucaramanga 2021

Diversi conoscenti della community di T-shirt hanno partecipato al nuovissimo design, tra cui Jason Velandia e l’amico di questa casa Luis Lasprilla, conosciuto online come LuchoLasS.

Kashiwa Reysol presenta le sue maglie per la J1 League 2021

La J1 League riprende il suo round di lancio per la stagione 2021 con la presentazione delle maglie che indosserà Kashiwa Reysol, una delle “Original Eight”, titolo assegnato alle squadre che hanno dato vita al calcio di prima divisione in Giappone nel 1965.

Kashiware y so l 2021

Dopo due anni nella stessa maglia, Yonex ha allungato i muscoli e ha rivelato un nuovo design per il team Hitachi.

Rosa completa? Sì, ma questo Papu in uscita a Conte piace parecchio

Al momento non c’e trattativa tra Atalanta e Inter, però tanta stima da parte del tecnico nei confronti di Gomez. Se partisse Eriksen..

E se fosse il Papu l’uomo in più per la volata-scudetto? Difficile, ma non impossibile: dipenderà da mille fattori – in primis economici -, ma non parliamo di Fantacalcio. Ovviamente non è il caso di usare i titoloni, allo stato attuale la trattativa non c’è (forse mai ci sarà), tuttavia il 10 dell’Atalanta è giocatore forte, pronto, una ‘alla Conte’ che per l’Inter del secondo anno ha puntato anche su giocatori esperti, in grado di colmare da subito il gap con la Juventus. Parliamo di 30enni e oltre, magari di classe ‘88 come Alejandro (per una volta chiamiamolo con il suo vero, giusto per ricordarlo). L’argentino piace ad Antonio, anche se non è detto che ciò possa bastare per ipotizzare un discorso approfondito con il club dei Percassi.

Un «bad boy» per rialzare la Fiorentina: ecco Kokorin come spalla di Vlahovic

Dai colpi di pistola a un matrimonio fino al carcere: l’esterno russo in passato non è stato un modello di comportamento fuori dal campo. Ma ora dicono che sia cambiato.

Aleksandr Kokorin alla Fiorentina dopo un mini inseguimento, lungo poco più di un mese. È lui, certo che è lui, l’attaccante esterno che i viola hanno scelto per scortare nel migliore dei modi Vlahovic. All’alba dei suoi 30 anni e malgrado le smentite di Daniele Pradè che prima di Natale disse «mai trattato», evidentemente un goffo tentativo di nascondere un’operazione ormai in dirittura.

Lo Spartak Mosca ha aperto, 5 milioni di euro sono una bella scommessa, possibilmente da vincere, per quello che da molti ancora oggi è definito il miglior calciatore russo in circolazione. I colpi li ha, li ha sempre avuti. La testa l’ha messa a posto, almeno questa è una speranza, semplicemente perché la fallimentare Fiorentina ha bisogno di lui.